TERRA DEI FUOCHI - ANSA - SIAP, BENE MILITARI MA PER VIGILANZA E SUPPORTO

 Terra Fuochi: Siap,bene militari ma per vigilanza e supporto (V.'Terra Fuochi: Alfano,in arrivo cento uomini...',delle 14.37) (ANSA) - BARI, 31 MAR - "Ben venga l'impiego dei militari per il presidio dei territori sensibili alle infiltrazioni della criminalità organizzata, è il caso appunto della 'Terra dei Fuochi', ma attraverso regole di ingaggio e dinamiche d'impiego connesse alla vigilanza statica o di supporto alle forze di polizia a competenza generale". Lo afferma in una nota il segretario generale del Sindacato italiano appartenenti polizia (Siap), Giuseppe Tiani, che rileva anche "la necessità di un rinnovato government dell'agenzia che amministra i beni confiscati e sequestrati alle mafie e il loro successivo impiego o uso". ''Indiscutibile - secondo il Siap - l'inversione di tendenza nelle previsioni di spesa del bilancio dello Stato per il 2014 che, come reiteratamente richiesto dai maggiori sindacati di polizia, hanno visto dopo anni, più 700 milioni di euro per le forze di polizia, una parte dei quali soddisfano le esigenze del personale di polizia in tema di pagamento dello straordinario, così come la deroga ottenuta nell'iter parlamentare, anche grazie alla battaglia del presidente del forum sicurezza del Pd on. Fiano in azione sinergica con l'on.Alfano, in merito alla derogata soglia di sbarramento del turn over di personale portata al 55% dal previsto 20%''. ''Siamo certi - aggiunge Tiani - che la politica riformatrice del Presidente Renzi, che sosteniamo, non farà mancare il proprio supporto e pieno appoggio al vertice politico del Viminale e agli uomini e alle donne della polizia di Stato e delle altre forze di polizia, affinché l'impegno politico assunto con i rappresentanti dei poliziotti dal ministro Alfano e dal viceministro Bubbico, in tema di valorizzazione dei trattamenti retributivi del mondo delle uniformi, possa essere evaso nel più breve tempo possibile''. (ANSA).


Pubblicato lunedì 31 marzo 2014 alle ore 18:32.
© Riproduzione riservata